Locandina nottebianca 21-05


Partirà mercoledì 21 maggio, dalle ore 18, in piazza Bologni a Palermo la presentazione siciliana della nuova campagna promossa da Amnesty International dal titolo “Stop alla tortura”.

L’iniziativa porta avanti un lavoro di oltre quarant’anni e che ha contribuito all’adozione, nel 1984, della Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani e degradanti. Quest’anno, nel 30esimo anniversario della Convenzione, l’obiettivo è concentrarsi su tutti i contesti di custodia statale di alcuni paesi in cui si possa cambiare significativamente la situazione.

La manifestazione di Palermo sarà la prima tappa siciliana della presentazione della campagna e per l’occasione si è consolidata la partnership tra Amnesty International e l’associazione studentesca ContrariaMente – Rete Universitaria Mediterranea. Fondamentale la collaborazione del Dipartimento delle Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport dell’Università degli Studi di Palermo.

Un appuntamento importante e dall’alto rilievo culturale che coinvolge i professionisti di oggi e di domani, rivolto alla cittadinanza di una Palermo che grazie al lavoro costante degli operatori della formazione all’interno dell’Università, diventa un terreno sempre più fertile per la tutela dei diritti umani.” – Liliana Maniscalco, Responsabile regionale di Amnesty International

Copertina facebook notte bianca dei diritti 21-05

L’evento di presentazione della campagna che ospiterà la forte testimonianza di Lucia Uva si inserisce nella kermesse “Notte bianca dei diritti” durante la quale sono previsti l’intervento di Giuseppe Verde, direttore del dipartimento, la presentazione della raccolta degli scritti sui diritti umani a cura del Professore Aldo Schiavello e i racconti dei testimoni. Al termine dei dibattiti, la serata continuerà con una degustazione enogastronomica accompagnata da performance live di locali gruppi musicali emergenti che hanno aderito alla causa.

Grande soddisfazione del Presidente dell’Associazione ContrariaMente che dichiara: “L’impegno della Rete Universitaria Mediterranea, come da anni, si apre non solo agli studenti, ma anche alla cittadinanza per porre sotto i riflettori tematiche di grande attualità ed importanza sociale e culturale. La consolidata collaborazione con Amnesty International e il Dipartimento del professor Verde sono per noi ulteriore riprova dell’efficacia dell’ormai decennale operato all’interno dell’Università di Palermo volto alla formazione di nuove coscienze e cittadini migliori.”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>